K K K S TA

La Prima Volta in Città

Gerusalemme riceve visitatori da secoli ed è pronta anche per voi. Se questa è la vostra prima visita, benvenuti!

State cercando dei suggerimenti per come conoscere meglio la città? Qui di seguito troverete tutto quello che c’è da sapere sulla lingua, i mezzi pubblici, il traffico, come vestirsi nei luoghi di culto, la sicurezza e la telefonia. Abbiamo aggiunto anche una lista di cose da portare (ma non preoccupatevi troppo, troverete  tutto quello che vi serve in aeroporto o nei negozi in città).

La Lingua

In Israele ci sono tre lingue ufficiali: l’Ebraico, l’Arabo e l’Inglese. Le strade di Gerusalemme sono piene di immigrati e turisti provenienti da paesi anglofoni: se parlate l’Inglese, vi sarà molto facile comunicare. Le persone che lavorano nei luoghi d’interesse turistico e nella maggior parte dei negozi e ristoranti parla Inglese. Anche i cartelli stradali sono tradotti in Inglese. Per strada sentirete parlare francese, russo e spagnolo.

Cosa portare: se avete voglia di praticare il vostro Ebraico o il vostro Arabo, portatevi un dizionario tascabile.

Il Clima

Israele ha di fatto solo due stagioni: l’estate (quando non piove) e l’inverno (la stagione delle piogge). L’estate inizia a Maggio e termina a Settembre ed il clima è caldo e secco. In Luglio ed Agosto la temperatura sale ancora di più e possono verificarsi delle occasionali ondate di caldo. L’inverno, che dura da Novembre a Marzo, è caratterizzato da piogge, temperature  basse che possono scendere anche sottozero e, raramente, neve. In Primavera (Marzo) e in Autunno (Ottobre), le stagioni di mezzo,  il tempo è variabile.

Cosa portare: Se visitate tra Settembre ed Aprile, un cappotto impermeabile e una giacca a vento per le giornate più calde. Durante l’estate, una maglia a maniche lunghe vi proteggerà nelle notti più fresche.

Muoversi in città

È facile girare per Gerusalemme con l’autobus, la metropolitana leggera, il taxi, la bici ma anche a piedi perché la maggior parte dei quartieri è al massimo a più di mezz’ora di distanza dal centro. Per informazioni più dettagliate su come muoversi in città, date un’occhiata al nostro articolo su come girare per Gerusalemme. 

Orari d’apertura

Negozi ed uffici a Gerusalemme sono aperti dalla Domenica al Venerdì. Di Venerdì l’orario di chiusura è anticipato per l’entrata dello Shabbat. In generale, gli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali sono i seguenti:

-Negozi/Ristoranti/Locali: Aprono tra le 9:00 e le 10:00 e chiudono tra le 19:00 e le 21:00.

-Supermercati: dalle 8:00 alle 22:00

Banche: Di solito aprono alle 08:30 e chiudono alle 13:00; in alcuni giorni riaprono il pomeriggio dalle 16:00 alle 18:00.I bancomat sono sempre in funzione.

Lo Shabbat e le feste

Il Sabato Ebraico (lo Shabbat) e le altre festività Ebraiche iniziano prima del tramonto e si concludono 25 ore più tardi, circa un’ora dopo il tramonto del giorno successivo. In generale, durante lo Shabbat e le feste, i locali, negozi ed uffici nei quartieri Ebraici chiudono e la gente s’incontra prevalentemente nelle sinagoghe e nelle case.

Detto questo, le maggiori industrie e alcuni degli esercizi commerciali più importanti continuano ad operare con alcune modifiche pratiche, al fine di osservare le leggi dello Shabbat. Negli alberghi, per esempio, siccome di Sabato è vietato fare uso dell’elettricità, ascensori e riscaldamento sono azionati da un timer.

Ci sono anche tanti musei, cinema, ristoranti e bar che rimangono aperti. I servizi di emergenza sono sempre operativi. Se avete bisogno di comprare alimentari o medicine, cercate nelle zone non Ebraiche della Città Vecchia o nella parte est di Gerusalemme.

Siccome i mezzi pubblici non circolano di Shabbat, una soluzione alternativa è il taxi, che può essere prenotato anche per via telefonica.

In alcuni quartieri ultra-ortodossi, le strade vengono bloccate  per non permettere la circolazione delle auto: un fatto da prendere in considerazione se si guida di Sabato.

Cosa indossare se si partecipa alla celebrazione dello Shabbat: lui – pantaloni lunghi e camicia a maniche lunghe; lei – un abito elegante o una gonna e camicetta a maniche lunghe.

Mance

In Israele, al tavolo si lascia una mancia pari al 10-15% della somma spesa. Qualche volta troverete un bicchiere per la mancia anche al bancone dei bar e delle gelaterie: in questo caso non è necessario lasciare una mancia. Anche per i taxi la mancia non è obbligatoria, ma potete sempre decidere di lasciare il resto se si tratta di pochi spiccioli.

Come vestirsi nei luoghi di culto

Per luoghi di culto a Gerusalemme s’intendono i quartieri della Città Vecchia, le sinagoghe, le chiese, le moschee e alcuni quartieri ultraortodossi come Mea Shearim. In queste zone è consigliato alle donne coprirsi le braccia e indossare gonne (che possono essere messe anche sopra i pantaloni). Gli uomini devono indossare pantaloni e maniche lunghi. Le coppie dovrebbero evitare di toccarsi in questi luoghi.

Cosa portare: lui – pantaloni lunghi e camicia a maniche lunghe; lei – gonna e camicetta a  maniche lunghe.

Rimanere in contatto: telefono ed Internet

È facile rimanere in contatto con famiglia e amici quando si è in visita a Gerusalemme. Se avete il cellulare con voi, verificate la possibilità di affittare una SIM locale, perché potrebbe costarvi di meno che utilizzare quella del vostro operatore. Per maggiori informazioni potete visitare la nostra pagina dedicata a Internet e telefonia a Gerusalemme. Si trovano reti wireless in molti ristoranti, locali e hotel; gl’internet caffè sono numerosi e sparsi per la città.

Cosa portare: cellulare, computer portatile e caricabatterie.

Apparecchi Elettrici

Le prese di corrente sono rotonde e a tre poli. Anche se le spine con due spinotti sono generalmente compatibili, potreste avere bisogno di un adattatore. In Israele,  il voltaggio è 220V, come in Europa. Apparecchi a 110V (per esempio statunitensi) hanno bisogno di un trasformatore.

Cosa portare: un adattatore universale che può essere comprato in aereoporto.

Codice Stradale

State attenti, perché gli Israeliani guidano veloce. In genere, le regole del codice stradale sono simili a quelle di ogni altro paese occidentale. Un’eccezione? Le strisce pedonali: chi guida deve fermarsi solo se il pedone ha già cominciato ad attraversare.

Sicurezza

Anche se il tasso di criminalità a Gerusalemme è molto basso, per la vostra sicurezza vi consigliamo di adottare tutte quelle precauzioni che i turisti sono soliti prendere in giro per il mondo. Per esempio, è meglio mettere il passaporto e il portafoglio nelle tasche anteriori o in un marsupio, piuttosto che nello zaino che può essere rubato facilmente.  A Gerusalemme vi sentirete al sicuro, come in un altro paese occidentale. I turisti dicono che la città non assomiglia affatto alla descrizione che ne fanno sui mezzi di comunicazione. Allo stesso tempo, è normale avere un servizio di sicurezza privato all’entrata degli alberghi e di altri luoghi pubblici, e  di vedere polizia ed esercito pattugliare le zone centrali. Per saperne di più leggi Sicurezza e servizi di emergenza.

Cosa portare: un portafoglio che può essere messo nella tasca davanti e un portapassaporti da mettere sotto la camicia.

Informazioni utili

State ancora progettando il vostro viaggio e volete leggere un’introduzione alla città? Cliccate su “una guida per chi visita”.

Photo: Noam chen