K K 1 K S TA

Andare in Egitto

Egitto, Israele: andata e ritorno

Il turismo in Egitto non è ai livelli di 5 anni fa. A causa della precaria situazione politica, una delle più popolari destinazioni turistiche del mondo è diventata, in pochi anni, una meta prediletta solo da alcuni viaggiatori alternativi.

Tuttavia, a chi è vorrà intraprendere il breve viaggio verso il paese che confina con il sud d’Israele, si aprirà la possibilità di scoprire aspetti unici del Medio Oriente, così differenti da Israele e dalla Giordania. Dalle piramidi di Giza ai musei a cielo aperto di Luxor, passando per le spiagge esotiche e le barriere coralline del Mar Rosso, l’Egitto vi permetterà di vivere un’esperienza unica.

Nota bene: sono diversi i governi che sconsigliano ai propri cittadini di visitare l’Egitto e la penisola del Sinai. Anche se molte zone del paese sono sicure, è importante informarsi sulla situazione prima di partire.

Raggiungere l’Egitto

Voli per l’Egitto

Air Sinai offre 4 collegamenti settimanali dall’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv all’Aeroporto Internazionale del Cairo. Il volo dura 1 ora e 10 minuti. Se vi trovate in Giordania, l’aeroporto di Amman è collegato con diverse città egiziane.

Gite organizzate

Non è difficile trovare compagnie turistiche israeliane che propongono viaggi organizzati in Egitto. Prima di prenotare, controllate se avete diritto ad un rimborso nel caso il viaggio dovesse essere cancellato per ragioni di sicurezza.

Via mare

Non esistono collegamenti via mare tra l’Egitto e Israele. Dalla Giordania è possibile viaggiare in traghetto dal porto di Aqaba verso Nuweiba. Controllare i prezzi prima di organizzare il viaggio perché questa opzione potrebbe rivelarsi costosa.

Via terra

L’opzione più pratica per chi vuole andare in Egitto è quella via terra, attraversando il valico di frontiera di Taba, a sud di Eilat. Al momento questo punto di accesso vi permetterà di raggiungere solo il sud del Sinai. Uscendo da Israele, bisogna pagare una tassa di uscita di circa 200 NIS (alla quale si aggiungono altri circa 10 NIS di soprattassa) mentre per entrare in Egitto bisogna pagare circa 75 Lire Egiziane.

Se avete intenzione di arrivare al massino fino a Sharm El Shiekh, riceverete un visto turistico gratutio valido per 2 settimane; se però volete raggiungere il Ras Mohamed National Park o attraversare il canale di Suez, dovrete procurarvi un visto presso il consolato egiziano di Tel Aviv o quello di Eilat. In genere, il visto viene rilasciato dopo 1 giorno.

Taba in autobus

Il valico di frontiera è a circa 10 km a sud di Eilat, la città più a sud d’Israele. La compagnia Egged collega Eilat alle maggiori città israliane. Da Gerusalemme, l’autobus Egged 444 arriva ad Eilat. Se avete intenzione di viaggiare di Giovedì, Venerdì o prima delle feste, ha senso acquistare il biglietto online: risparmierete il 15% e vi assicurerete un posto.

Da Eilat, potere prendere il bus Egged 15 o un taxi privato (circa 50 NIS o meno a seconda di quanto siete bravi a contrattare).

Se Israele è noto per le lunghe attese alle frontiere, il valico di Taba rappresenta un’eccezione. Il terminal è moderno, dotato di aria condizionata, bagni e un negozio duty-free.

Muoversi in Egitto

Mezzi pubblici

I mezzi pubblici in Egitto sono abbastanza economici, ma è difficile trovare in internet gli orari degli autobus che operano nel Sinai, e se si trovano non sono generalmente aggiornati.

Per darvi un’idea della frequenza degli autobus nel Sinai, questi orari validi per Nuweiba, Sharm El Sheikh e Dahab vi saranno utili. Organizzandovi per tempo, potreste considerare il Bedouin Bus che ha un prezzo fisso.

Ci sono autobus che collegano Sharm El Sheikh con il Cairo con partenze tutto il giorno fino a notte fonda. Se avete intenzione di attraversare il canale di Suez, considerate la possibilità di prendere il treno, un mezzo conveniente e comodo. Tuttavia controllate se i collegamenti sono attivi.

Per questioni di sicurezza, il governo egiziano non permette ai turisti di raggiungere il Cairo con gli autobus che partono da Taba e passano attraverso il Nord del Sinai. Il viaggio tra queste due città potrebbe rivelarsi problematico anche per chi viaggia su un’auto privata. L’alternativa è raggiungere il Cairo passando per Sharm El Sheikh: il viaggio dura 12 ore e costa intorno alle 120 lire egiziane.

Taxi

I taxi collettivi (fino a 10 passeggeri) sono un mezzo di trasporto molto popolare ed economico se vi sapete destreggiare. Se siete 5 o più, allora il prezzo sarà 50-65 lire egiziane a testa, magari di più se volete arrivare a Sharm o meno se contrattate. Se volete noleggiare un taxi da soli, sappiate che vi toccherà contrattare a lungo prima di ricevere un’offerta decente.

Un taxi collettivo dalla frontiera al Cairo sarà molto caro se non viaggiate con altri (circa 500 lire egiziane). In questo caso, vi conviene raggiungere la stazione centrale e prendere un taxi con altri viaggiatori (80-100 lire egiziane).

Un consiglio: arrivate sul lato egiziano del confine prima che parta l’autobus. Potete utilizzare la possibilità di prendere l’autobus a vostro vantaggio quando contrattate con il tassista. Ricordatevi che dovrete cambiare l’ora quando sarete in Egitto.

Gite organizzate

Da Sharm El Sheikh, potete prenotare un viaggio organizzato dell’Egitto che include il Cario , le Piramidi e Luxor.

Una volta lasciato il Sinai, potete anche decidere di usare il vostro tassista come guida. Il prezzo varia significativamente e dipende dalla contrattazione. Molti hotel e ostelli possono mettervi in contatto con persone fidate.

Autonoleggio

In Egitto, è possibile noleggiare un’auto: inoltre la benzina è relativamente economica. Purtroppo, per i turisti, guidare in Egitto non è semplice: la segnaletica è povera, le città sono caotiche e gli egiziani tendono a non rispettare il codice della strada e i limiti di velocità.