K K 1 K S TA

Chiesa della Natività

  • Church of the Nativity, Manger Square, Bethlehem
  • Foto: Chiesa della Natività
TripAdvisor ReviewsBasato su 2329 recensioni dei viaggitori
Che fine ha fatto la Mangiatoia?
Valutazione di TripAdvisorRivisto il April 3, 2020

La Basilica della natività rappresenta il luogo preciso in cui Gesù sarebbe nato. Fu costruita nel 330 su iniziativa dell'Imperatore Costantino I e della madre Elena, e venne poi ampliata sotto Giustiniano I a seguito della distruzione causata dalla rivolta dei Samaritani. L'accesso alla Basilica è consentito da una porticina bassa e stretta, così...

altro

La Basilica della natività rappresenta il luogo preciso in cui Gesù sarebbe nato. Fu costruita nel 330 su iniziativa dell'Imperatore Costantino I e della madre Elena, e venne poi ampliata sotto Giustiniano I a seguito della distruzione causata dalla rivolta dei Samaritani. L'accesso alla Basilica è consentito da una porticina bassa e stretta, così da costringere i pellegrini ad entrare genuflessi. Per "toccare" piuttosto che vedere il punto dove nacque Gesù, bisogna scendere nella cappella posta sotto l'altare principale. Lì si trova un altro altare al di sotto del quale da un foro è possibile vedere la grotta dove nacque Gesù.

Mostra meno
Che emozione!!
Valutazione di TripAdvisorRivisto il January 24, 2020

Altra tappa fondamentale, per emozioni e sensazioni, del nostro viaggio. Già il solo accedere è particolare, in quanto la porta d'ingresso alla Basilica è alta circa 1,5 metri (è una bassa porticina); ciò perché le sue limitate dimensioni, anticamente, rappresentavano un sistema di sicurezza, in quanto non consentivano alle varie milizie straniere di accedervi con...

altro

Altra tappa fondamentale, per emozioni e sensazioni, del nostro viaggio. Già il solo accedere è particolare, in quanto la porta d'ingresso alla Basilica è alta circa 1,5 metri (è una bassa porticina); ciò perché le sue limitate dimensioni, anticamente, rappresentavano un sistema di sicurezza, in quanto non consentivano alle varie milizie straniere di accedervi con la propria cavalleria e quindi di essere occupata Io, personalmente, l'ho visto anche come un ulteriore segno di rispetto nell'accedere a questo luogo così santo, perché la porticina bassa, nell'entrare, ti costringe a chinarti ...... ed è il minimo che si possa fare, oltre al segno della croce, alle proprie meditazioni ed alle proprie preghiere. La basilica è divisa in una zona ad appannaggio dei Cristiani Cattolici ed in un'altra ad appannaggio dei Cristiani Ortodossi; la grotta dove si presuma sia nato Gesù è nella parte Cristiano Ortodossa, mentre la mangiatoia, dove si presuma che Maria abbia posto Gesù appena nato per riscaldarlo, è nella parte Cristiano Cattolica. Purtroppo, vista la gran quantità di turisti, non si ha la possibilità di soffermarsi troppo nelle varie zone della Basilica; ad un certo punto interviene una sorta di custode che invita i turisti ad uscire al fine di consentire l'ingresso ad altri gruppi turistici. Noi siamo entrati nella parte Cristiano Cattolica, con accesso nella lunga navata della Basilica della Natività, per poi entrare nell'attigua Chiesa di San Girolamo, che è colui che ha tradotto le Sacre Scritture in latino, per poi scendere nelle sottostanti grotte dove una volta era ubicata la mangiatoia in cui soggiaceva il Bambin Gesù, riscaldato dal bue e dall'asinello. Che emozione!!

Mostra meno
Si assapora la storia ....
Valutazione di TripAdvisorRivisto il January 8, 2020

e' uno dei luoghi da visitare se s viene in questa città, indipendentemente dal credo. E' una chiesa piu volte ricostruita, come quasi tutte quelle di Israele e Palestina. Forte impronta ortodossa.